• Quali sono i compiti di un Social Media Manager?

    • 6 marzo 2018
    • Posted By : Alex Puntin
    • 0 Comment
    • corsi corsi di informatica corsi facebook corsi gratuiti corsi in fvg corsi instagram corsi marketing corsi SEO corsi tecniche SEO corsi twitter lavorare come social media manager piano editoriale SEO per canali social social advertsing social media manager social media marketing stage social media manager strumenti di social media marketing

    Perché intraprendere un percorso di studi per diventare Social Media Manager?

     

    Una recentissima indagine IRES FVG (Fabbisogni formativi e occupazionali del comparto ICT, 2017) su un campione di 47 imprese regionali del settore ICT, realizzata nell’ambito e col supporto del DITEDI (componente del Centro CITI), ha evidenziato una forte domanda di nuovi inserimenti occupazionali entro il 2018 (87 lavoratori, di cui 71 per effettivo ampliamento della base occupazionale e 16 per sostituzioni), con un aumento di occupazione del 10% rispetto ai livelli attuali.  In particolare tra le funzioni in cui le aziende intendono investire troviamo la produzione di beni o servizi (74,1%), manutenzione e assistenza tecnica (51,9%), vendita e commerciale (44,4%) e marketing e comunicazione (29.6%).

    Il bisogno di competenze ICT, la spinta verso l’Impresa 4.0 ed il processo di digitalizzazione in corso hanno un impatto ed una portata che vanno ben oltre le aziende del settore ICT: oltre il 50% di figure tecniche ICT, infatti, trova lavoro in aziende non ICT. Inoltre la digitalizzazione è un obiettivo strategico per aziende di tutti i comparti e coinvolge quasi tutte le figure professionali, tant’è che la richiesta di competenze digitali è sempre più marcata anche nelle professioni non strettamente legate all’ICT.

    In base a quanto rilevato dall’Osservatorio delle Competenze Digitali 2017, le tecnologie digitali hanno già trasformato le modalità di accesso e di utilizzo di un gran numero di beni e servizi: gli utenti internet e di smartphone sono in continua crescita (in Italia rispettivamente il 74% e il 65% della popolazione, secondo il Rapporto Censis UCSI sulla Comunicazione, 2016) e cresce l’utilizzo dei Social Media e dell’e-Commerce. Alcune realtà stanno portando avanti una trasformazione radicale, al fine di rispondere a consumatori sempre più connessi. Ciò fa sì che le prime funzioni aziendali pesantemente impattate dalla digitalizzazione, soprattutto sulla spinta del Mobile e dei social, siano state Marketing, Comunicazione, Relazione coi clienti.

    C’è dunque un bisogno sempre maggiore di persone in possesso di competenze digitali avanzate da inserire in queste funzioni.

     

    Quali sono i numeri dei principali canali social?

     

    Le principali piattaforme di condivisione hanno raggiunto numeri impressionanti di utenza a livello globale: 2 miliardi di utenti Facebook, 1 miliardo di utenti Youtube, 800 milioni di utenti Instagram, 330 milioni di utenti Twitter. In Italia vengono calcolati come utenti attivi circa 30 milioni di utenti Facebook, 24 milioni di utenti Youtube, 14 milioni di utenti Instagram e 7 milioni di utenti Twitter. Tutti questi utenti rappresentano il target ideale per il marketing moderno.

     

    Che cosa si intende per Social Media Marketing?

     

    L’indicizzazione di Google nonché la profilazione per interessi di Facebook e Instagram hanno creato dei bacini di consumer ideali che le aziende possono raggiungere proponendo i propri prodotti e servizi ad un pubblico ben mirato e selezionato. Il social marketing non è più il futuro ma è un presente ben consolidato da cui la maggior parte delle aziende può trarre vantaggio.

    Rappresenta un’ arma a doppio taglio perché l’informazione deve essere veicolata secondo degli standard di marketing diversi da quelli classici ed è indispensabile che i copywriter sviluppino contenuti ponendo una particolare attenzione alla sensibilità, al politically correct e al bacino di riferimento, affiancando a capacità stilistiche di comunicazione particolari doti tecniche per produrre contenuti capaci di diventare virali sfruttando tecniche SEO. Un aspirante social media manager mira quindi a fornire le capacità tecniche legate alla produzione dei contenuti, alla presentazione dei contenuti e al saper leggere le performances, deve inoltre essere in grado di lavorare in team per realizzare campagne di marketing vincenti e moderne, poiché la battaglia dell’attenzione si vince con i contenuti, attraverso cui raggiungere e stimolare l’interesse di potenziali clienti.

     

    Che cos’è il Content Marketing?

     

    In un momento in cui i media tradizionali perdono terreno a vantaggio di app e media digitali, ogni azienda, dotandosi di risorse formate ad hoc, ha l’opportunità di diventare essa stessa un editore, producendo e curando i propri contenuti (testi, video, infografiche e molto altro) secondo logiche di Content marketing. “Content marketing” infatti significa analizzare i bisogni dei destinatari che si vogliono contattare, pianificando le attività necessarie, con metodo, continuità, strategia, piani editoriali e best practice.

    Il content marketing consente di emergere dal mare magnum della rete, permettendo alle aziende di conquistare l’attenzione e fiducia dei propri clienti, attuali e futuri. È una delle nuove grandi opportunità del business attuale che offre possibilità di lavoro non solo in aziende del settore, ma in ogni azienda che vuole essere presente sul web.

     

    A quale corso gratuito posso iscrivermi per diventare Social Media Manager?

     

    TECNICHE DI PRODUZIONE MULTIMEDIALE – STRUMENTI PER IL SOCIAL MEDIA MARKETING

     

    Obiettivo del corso: formare una figura professionale che si colloca tra il settore della comunicazione e produzione digitale e quello del Marketing,  produce contenuti, sia testuali che multimediali efficaci per risorse Web, dei quali è direttamente responsabile. Cura il contenuto anche in base alla piattaforma che lo dovrà ospitare (sito Web, social network, blog, interfaccia) e del target/utenza, monitorandone l’usabilità e l’efficacia

    Moduli tecnici: Elaborazione grafica con Photoshop e Illustrator (62 ore), Produzione multimediale con Premiere, After Effect e Audition (88 ore), Laboratorio multimediale fotografico e videomaking (62 ore), Tecniche di marketing, webmarketing, comunicazione e SEO (144 ore).

    Scopri di più …

    Quali sono i risultati che otterrò dal frequentare questo corso?

     

    – Accrescere le competenze base e trasversali, in particolar modo la capacità di relazionarsi e di comunicare con soggetti diversi: sapersi relazionare con gli altri, capacità comunicative, flessibilità e adattabilità sono competenze fondamentali anche per la figura del tecnico in oggetto, visto il suo ruolo di interfaccia (tra aziende clienti e fruitore finale del prodotto/servizio) che deve interpretare e dare risposte ai bisogni delle prime nell’ ambito di un lavoro di gruppo interdisciplinare;

    – Una formazione tecnica e professionale di alto livello nell’ambito del multimedia, approfondendo lo studio della suite Adobe, da anni standard di riferimento per grafici, fotografi e videomaker;

    – Saper spendere da un lato le competenze di marketing e dall’altro le capacità tecniche acquisite al servizio dello sviluppo di soluzioni di comunicazione aziendali integrate per il mondo social;

    – Comunicare in inglese (scritto e parlato), anche per l’utilizzo dei documenti tecnici in lingua;

    – L’ opportunità di realizzare un’esperienza diretta in azienda, grazie al significativo periodo di stage;

    – La certificazione delle competenze in esito al corso, secondo le procedure previste dalla normativa vigente e in maniera coerente con il costituendo Sistema nazionale di certificazione delle competenze ex Dlgs 13/2013 e il decreto IFTS 2016;

     

    Quali sono i valori aggiunti per il territorio e le imprese?

     

    La formazione di una figura versatile che:

    – attraverso l’acquisizione di specifiche e moderne competenze trasversali e tecnico professionali, sia in grado di supportare il più generale processo di digitalizzazione in atto, nonché lo sviluppo del business aziendale, grazie all’implementazione di campagne promozionali digitali e all’applicazione di strategie di content marketing e contenuti per l’engagement in rete;

    – può trovare occupazione sia in agenzie di comunicazione e digital marketing che in imprese private che vogliono sfruttare la comunicazione online per promuovere i propri prodotti e servizi;

    – può alimentare nel tempo la nuova leva imprenditoriale regionale, trasformando una prima esperienza di lavoro dipendente in un progetto di nuova impresa.

No comments found

LEAVE COMMENT

Your email address will not be published. Required fields are marked *

4 × 4 =